Guerzoni Andrea

img

Firma: Guerzoni Andrea

Nome: Andrea Guerzoni

Andrea Guerzoni (Torino, 1969) si diploma in Pittura all’Accademia Albertina delle Belle Arti di Torino e dal 2000 espone regolarmente i suoi lavori in mostre personali e collettive. Guerzoni pone al centro della propria ricerca la memoria, la conservazione e l’evocazione di frammenti di vita: dalle forme più piccole e apparentemente marginali, come i licheni e gli insetti, alle biografie di grandi autori, appartati e allo stesso tempo rivelatori, come Carol Rama o Minakata Kumagusu e Matsuura Takeshirō (grandi viaggiatori naturalisti del passato). Andrea Guerzoni, da sempre affascinato dalle personalità eccentriche e irregolari e dagli aspetti ambigui, sorprendenti e misteriosi della natura, pratica la frequentazione come intima condivisione. I suoi lavori recenti descrivono forme biologiche alternative e parallele e lo sviluppo di elementi organici prelevati dal mondo vegetale, animale e minerale: essi rimandano tanto a un mondo interiore quanto a un humus universale. Nel 2019 l’artista ha intrapreso un secondo viaggio di ricerca in Giappone i cui esiti e suggestioni convergono nei suoi nuovi progetti e nei suoi svariati interessi multidisciplinari. L’incontro con Carol Rama nei primi anni Duemila e la sua assidua frequentazione nella mitica casa studio hanno arricchito il percorso umano e artistico di Guerzoni: la mostra Quanta luce nel nero con Carol Rama, a Roma nel 2011, le personali Domesticheria (TAC, Pastis, Torino) e Una stanza tutta per Carol (Artissima 19, Torino) nel 2012 sono in tal senso l’esito naturale di quel rapporto e l’omaggio reso all’amica artista, Leone d’Oro alla Carriera alla 50ma Biennale di Venezia. Guerzoni ha anche ideato una mostra collettiva per celebrarla, un dialogo stilistico, poetico e generazionale a più voci, alla ricerca di affinità elettive e empatiche con Rama, che si è concretizzata nel 2015: Panorama, a cura di Olga Gambari. Il progetto presentato nelle gallerie torinesi del quartiere Vanchiglia, quello dell’artista Carol Rama, aveva l’obiettivo d’indagare “l’eredità inconsapevole” della grande artista attraverso i lavori e la ricerca di giovani artisti di nazionalità differenti. Proprio il giorno dell’inaugurazione Carol Rama, beffardamente come nel suo stile, forse per prendere l’attenzione tutta per sé o l’ultimo applauso, ci lasciava. Andrea Guerzoni ha scritto e illustrato la fiaba La strana storia della rana di Carol Rama (2004) e diverse raccolte di poesie e aforismi (2005/2013) e accompagnato con i suoi disegni le pubblicazioni di altri autori. L’artista ha collaborato in particolare con Corrado Premuda: Un pittore di nome Leonor. Da Trieste a Parigi: la scatenata gioventù di Leonor Fini, editoriale Scienza (2015), Felici e contente, Luglio Editore, Trieste (2013), Sazrijevanje, AntiBarbarus editrice, Zagabria, Croazia (2010). La maga dell’arte: Carol Rama, Torino e il mistero di una treccia, la biografia romanzata di Carol Rama scritta da Guerzoni (nata da un suo precedente progetto iniziato nel 2014) al momento è ancora inedita. Tra le principali mostre personali: - Nel giardino. Dialogo con Clarence Bicknell, Forte dell’Annunziata - MAR Museo Civico Archeologico Girolamo Rossi, Ventimiglia (IM) , Esercizi di naturalità, Castello della Lucertola, Apricale (IM) (2018); - Esercizi di naturalità, Galleria Opere Scelte, Torino (2017); Kinderstube - La stanza del bambino, Studio Tommaseo, Trieste (2015); - Una stanza tutta per Carol, Artissima 19, sezione Istituzioni - Artegiovane, Torino, Domestic Drama, Sala comunale d’arte,​ Piazza Unità d’Italia, Trieste, Domesticheria, TAC Temporary Art Café, Torino (2012); - Quanta luce nel nero , Carol Rama - Andrea Guerzoni, Palazzetto Art Gallery, Roma (2011). Tra le principali mostre collettive : Herbarium vagans, mostra itinerante a Domodossola, Orta San Giulio, (VB) e Naters, Canton Vallese - Svizzera (2021/2020); Joyce Division Bloomsday 2020 Knulp, Trieste (2020); Asylum , EXMA Exhibiting and Moving Arts, Cagliari (2017); Here , Cavallerizza Reale, Torino (2016); PanoRama, Galleria Opere Scelte, Torino, Punctum. In the mood of Circus, Promemoria, Torino (2015); AccaAtelier, Atelier Giorgi, Torino (2014); RAQAM 4+1, disegno e segno, SetUp Art Fair, Bologna e Rossmut, Roma; Artintent , Palazzo delle Stelline, Milano (2013); Quadratonomade , Palazzo delle Esposizioni, Roma; Scatola nera, Galleria Allegretti Contemporanea, Torino; La bellezza interiore è di chi la contempla, Manifattura Domani, Rovereto (TN) (2012); Perfect number, Sponge ArteContemporanea, Pergola (PU), Le Petit Poucet, Poiesis, Fabriano (PU), Alterazioni visive - Equilibri opposti, Castello Aldobrandesco, Arcidosso (GR) (2011).

Tutte le opere dell'artista